08.03.2018 | Città: nome comune femminile, singolare e plurale al Barrito

 

 

Giovedì 8 marzo dalle 17 alle 23, l’associazione Babelica, il Barrito la Compagnia Teatrale Liberi Pensatori Paul Valèry, il Comitato Arci Torino, la Rete al femminile Torino e il service letterario Ricamo Editoriale daranno vita, presso la sede della casa del quartiere Barrito in Via Tepice 23, a una giornata dedicata alle donne, con molteplici appuntamenti: dalla narrazione attiva del territorio, per raccontare la percezione di sicurezza della città da parte delle donne che la vivono, alla presentazione di due romanzi autobiografici che affrontano il tema della violenza contro le donne in ambito famigliare fino ad uno storico spettacolo teatrale “I monologhi della vagina”.

Il pomeriggio si aprirà alle ore 17 con Daniela Graglia ed Elena Cerutti, autrici di due romanzi di matrice autobiograficaI nodi dell’anima e Lo sconosciuto – in grado di raccontare le sfumature delicate quanto tangibili che toccano la violenza di genere e la crescita psicologica ed emotiva di due donne. A condurre la chiacchierata Claudia Colucci, editor di Ricamo Editoriale che ha curato la lavorazione di entrambi i testi.

A seguire, Illustratrici/tori e scrittrici/tori condurranno i partecipanti in un percorso condiviso di narrazione del territorio che popolerà una mappa dei luoghi percepiti come poco sicuri dalle donne che li vivono.

Lo scrittore Pino Pace guiderà i partecipanti a creare piccoli testi su una storia accaduta in un luogo della città. Un simbolo creato dall’ illustratrice Elena Beatrice sarà associato al testo e applicato sulla mappa con un post-it, insieme a un’illustrazione che sintetizza la storia stessa.

La mappa con i contributi verrà esposta nelle case di quartiere, nei circoli Arci e nei luoghi di ritrovo, dove i cittadini potranno arricchirla con nuove esperienze.

Dalle 19.30 possibilità di cenare con una minicarta e alle ore 21.00 la Compagnia Teatrale Liberi Pensatori Paul Valèry, presenterà “I Monologhi della Vagina” di Eve Ensler con Elena Canone, Stefania Rosso, Daniela Vassallo (un progetto e riduzione di Canone-Rosso-Vassallo).

La concezione alla base dell’opera è che la vagina sia per le donne non semplicemente un organo del proprio corpo, ma anche la rappresentazione della loro individualità. Ogni anno viene aggiunto un nuovo monologo per sensibilizzare le persone sui problemi che le donne affrontano in tutto il mondo

La partecipazione agli eventi pomeridiani è libera, gratuita e aperta a tutti i cittadini e le cittadine, costo per lo spettacolo teatrale 5€ il ridotto, 8€ l’intero.

Per la cena e lo spettacolo è richiesta la prenotazione a 011/7920508 o info@barrito.to.it

 

Privacy Policy

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial