chi siamo

UMBERTO, papà di Camilla e Maddalena

Dopo tanti anni di insegnamento del linguaggio cinematografico agli adulti è bellissimo passare le nozioni ai ragazzi, chissà che non si nasconda tra loro un futuro regista da oscar! 
Scopri di più su Umberto

TATJANA mamma di Frida, 9 anni

L’esperienza associativa è una incredibile palestra per diventare futuri cittadini attivi, durante la cinema summer school si prendono decisioni condivise e si impara a lavorare in gruppo nel rispetto di tutti i compagni di avventura. 
Scopri di più su Tatjana

SERGIO papà di Marco, 6 anni

Credo nelle potenzialità del digitale e delle nuove tecnologie anche per i più piccoli, se utilizzate con consapevolezza
Scopri di più su Sergio

PINO, papà di due ragazze di 24 anni e 19 anni

Le storie sono le armi per combattere l’ignoranza e la noia, stimolando la creatività dei ragazzi.
Scopri di più su Pino

La Cinema Summer School è ideata e organizzata dall’ associazione Babelica

L’associazione ha come scopo diffondere la cultura popolare promuovendo iniziative di animazione ed educazione culturale, dirette a sviluppare la conoscenza e l’interscambio delle culture del mondo, esplorando differenti contributi di idee e di collaborazioni per valorizzare l’ampia ricchezza di linguaggi ed espressioni culturali. Negli ultimi quattro anni Babelica si è occupata dell’organizzazione di progetti culturali, corsi ed eventi incentrati su tutte quelle forme di cultura popolare che nascono dal basso con un focus particolare alla promozione del libro e della lettura e del cinema. Babelica si occupa di infanzia e adolescenza con un festival letterario “Matota” nato per parlare ai più giovani dei temi sociali attraverso la narrativa, la scuola estiva di cinema rivolta a ragazzi dagli 8 ai 13 anni e l’indirizzo cinematografico presso la scuola secondarie di primo grado Pacinotti  www.babelica.it

Umberto Mosca 

cura la direzione scientifica della cinema summer school, è un Media Educator che progetta e conduce percorsi didattici e formativi sull’utilizzo del cinema e del prodotto audiovisivo negli ambiti film literacy, audience building e media training. Professore a contratto presso il Dipartimento di Management dell’Università di Torino, è Direttore del Master in Management della Produzione Audiovisiva. Fondatore, con la psicologa Martina Zilio, del Centro Studi Psicologia Immagine, che si occupa dei rapporti tra l’immagine filmica e i processi di formazione della persona. Da venticinque anni lavora con l’AIACE di Torino, per cui progetta e conduce corsi di analisi del film. Selezionatore dei concorsi e curatore dei laboratori didattici di Sottodiciotto Film Festival; è direttore artistico di MyGeneration Festival, dedicato ai video indipendenti prodotti in Italia (music video, web series, video blog). Giornalista pubblicista e critico cinematografico (SNCCI-Gruppo Piemonte e Valle d’Aosta), è autore di volumi iconografici sui registi François Truffaut, Sam Peckinpah, Jim Jarmusch, Mohsen Makhmalbaf, Paolo Gobetti. Ha pubblicato inoltre “Gioventù catodica”, “Cinema e Rock”, “Orizzonti della Media Literacy””. Ha collaborato con “Cineforum”, “Duellanti”, “Panoramiques”, “Rockerilla” e “L’Indice dei Libri del Mese “.

Tatjana Giorcelli

presidente dell’associazione Babelica, cura la parte organizzativa e gestionale della cinema summer school. Presente durante tutte le cinque settimane è il punto di riferimento per i genitori e si occupa del far conoscere ai ragazzi la vita associativa ed il valore della partecipazione. Per Babelica è progettista specializzata in audience development e cura la parte organizzativa del festival letterario Matota. Per Arci Torino si occupa di promozione della lettura e coordina la rete dei circoli che si occupano di letteratura.

Sergio Berbotto

vicepresidente di Babelica, si occupa della gestione generale del progetto cinema summer school, dall’organizzazione delle uscite agli aspetti comunicativi. Presente tutte e cinque le settimane di summer è il punto di riferimento dei ragazzi.  Architetto e web designer, in Babelica si occupa della parte grafica e di comunicazione.

Pino Pace

sarà presente durante la settimana dedicata alla sceneggiatura. Laureato in Lettere all’Università di Bologna è autore di documentari, collabora ad alcune riviste e ha pubblicato più di 30 tra romanzi, raccolte di poesie e mappe narrative. Il titolo più recente è Appunti di viaggio, l’arte di fermare i ricordi (Lapis). Cura laboratori e corsi di formazione per adulti e ragazzi in scuole e biblioteche, in Italia e all’estero. È tra gli animatori di Scribarà, gruppo informale di autori di narrativa per ragazzi e tra i soci fondatori di ICWA (Italian Children’s Writers Association). E’ direttore artistico dei festival di letteratura I luoghi delle parole e Matota

Domande frequenti

Posso iscrivere mio figlio a qualsiasi settimana?
Si, ogni settimana presenta un programma autoconclusivo che permette ai ragazzi di apprendere le principali tecniche legate ai singoli argomenti. 

Posso iscrivere mio/a figlio/a alla prima settimana e decidere in corsa se farlo continuare?
Certo, ma non potrai usufruire dello sconto per iscrizione a più settimane (a meno che tu non decida di iscriverlo a un minimo di altre 2, dovrai comunicarci la volontà a continuare almeno entro il giovedì precedente.

E’ indispensabile essere in possesso di dispositivo mobile?
No, i ragazzi lavoreranno in gruppo su tablet messi a disposizione dall’associazione. L’eventuale smartphone o tablet di proprietà potrà essere impiegato per produrre ulteriori video rispetto a quello previsto dall’attività di gruppo.

Mio figlio ha un’allergia alimentare, come posso fare?
In caso di allergie o intolleranze è indispensabile che ce lo comunichiate tempestivamente (nel form di iscrizione è prevista un’apposita sezione), faremo in modo che venga creato un menù ad hoc e faremo attenzione che tuo figlio non assaggi nulla che possa fargli male.

Non ho la tessera Arci, mio figlio può partecipare comunque alla vostra Cinema Summer School?
Certamente, con la Cinema Summer School sarà tuo figlio a diventare socio Arci e a scoprire l’esperienza associativa. La tessera per i genitori è utile nel caso in cui vogliate prendere un caffè o fare merenda all’Arteficio. 

Cosa non è incluso nel contributo per l’iscrizione?
Non sono inclusi i biglietti per i mezzi pubblici e la merenda di metà mattina

Come posso sapere cosa farete durante la settimana?
Ogni lunedì vi sarà consegnato il programma dettagliato delle uscite, se lo vorrete sarete inseriti in un gruppo WhatsApp e potrete seguire le attività attraverso il blog sul nostro sito.