I Film in tasca – il cinema per imparare a crescere- corso gratuito CIDI

  Corso di formazione gratuito in collaborazione con il CIDI di Torino

I FILM IN TASCA

il cinema per imparare e crescere

 

 

Il corso propone un percorso di formazione rivolto alle insegnanti di scuola dell’infanzia e delle
primarie finalizzato alla scoperta dell’impiego dei film nella didattica.

OBIETTIVI

Sviluppare competenze nella scelta e nell’accompagnamento alla visione dei film
in sezione e in classe. Come favorire la comprensione e la discussione cogliendo gli stimoli
offerti dalla visione

PROGRAMMA

Perché la visione dei film a scuola.

Quali sono i criteri per una buona scelta: i temi, la struttura narrativa e gli elementi di stile

Come progettare dei percorsi di film education all’interno della scuola a partire dalle esigenze
specifiche degli insegnanti, con una attenzione particolare alla convergenza tra linguaggi
diversi

 

 

DESTINATARI

Docenti di scuole dell’infanzia e primarie

Direttore Responsabile UMBERTO MOSCA

 

QUANDO

n. 23 incontri: mercoledì 28 novembre e 5 dicembre

dalle 17 alle 19

 

DOVE

Presso il CIDI Centro di iniziativa democratica degli insegnanti

Via Maria Ausiliatrice, 45 Torino

QUANTO

Ingresso gratuito

Apertura iscrizioni da  dicembre 2018  a   gennaio 2018

[per informazioni contattateci all’indirizzo ciditorino.mail@gmail.com,  info@babelica.it ]


Il Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti è un’associazione di insegnanti di tutti gli ordini di scuola e di tutte le discipline: ha la finalità di favorire l’affermarsi di una professionalità docente aperta alle esigenze del rinnovamento continuo della scuola, di una scuola che sia luogo di crescita culturale e di confronto, esercizio di democrazia attiva. A tale scopo promuove: ricerca didattica in ogni ambito disciplinare; iniziative di aggiornamento (convegni, seminari, corsi) e di formazione in servizio; dibattiti e confronti sui vari temi – culturali, contrattuali e politici – che hanno ricaduta a livello professionale; pubblicazioni varie, sia a livello nazionale (Insegnare, mensile del Centro, volumi e quaderni) sia a livello territoriale (giornali, riviste, bollettini informativi).
L’obiettivo prioritario è quello di contribuire a realizzare una scuola più democratica, più attrezzata culturalmente, più vicina agli interessi di ragazze e ragazzi. E’ un centro in cui confluisce chi vuole, in cui si cresce professionalmente nel confronto continuo delle diverse posizioni culturali e ideali. In una visione sempre unitaria del processo formativo, affrontando i problemi senza settarismi, preconcetti, condizionamenti.
E’ attento a tutti i problemi della scuola senza voler essere sindacato o partito, senza voler invadere terreni non suoi: la sua unica forza è quella di avere radici reali nella scuola. Definisce la propria iniziativa democratica perché è convinto che considerare la cultura uno strumento di emancipazione e di libertà sia un preciso mandato istituzione (art. 3 della Costituzione).
Il CIDI attraverso un’azione capillare e democratica dà voce agli insegnanti, ai genitori, agli studenti relativamente alle aspettative e al futuro della scuola, si fa portavoce delle urgenti e necessarie trasformazioni rispetto al progetto educativo, alla crescita della cultura per tutti, alla centralità della scuola per lo sviluppo della società.
Il CIDI di Torino rivolge e propone ai docenti piemontesi iniziative di formazione, aggiornamento, dibattiti, convegni relativi alle problematiche che caratterizzano la scuola di oggi.

UMBERTO MOSCA

è un Media Educator che progetta e conduce percorsi didattici e formativi sull’utilizzo del cinema e del prodotto audiovisivo negli ambiti film literacy, audience building e media training. Professore a contratto presso il Dipartimento di Management dell’Università di Torino, è Direttore del Master in Management della Produzione Audiovisiva.
Fondatore, con la psicologa Martina Zilio, del Centro Studi Psicologia Immagine, che si occupa dei rapporti tra l’immagine filmica e i processi di formazione della persona.
Da venticinque anni lavora con l’AIACE di Torino, per cui progetta e conduce corsi di analisi del film. Selezionatore dei concorsi e curatore dei laboratori didattici di Sottodiciotto Film Festival; è direttore artistico di MyGeneration Festival, dedicato ai video indipendenti prodotti in Italia (music video, web series, video blog).
Giornalista pubblicista e critico cinematografico (SNCCI-Gruppo Piemonte e Valle d’Aosta), è autore di volumi iconografici sui registi François Truffaut, Sam Peckinpah, Jim Jarmusch, Mohsen Makhmalbaf, Paolo Gobetti. Ha pubblicato inoltre “Gioventù catodica”, “Cinema e Rock”, “Orizzonti della Media Literacy””. Ha collaborato con “Cineforum”, “Duellanti”, “Panoramiques”, “Rockerilla” e “L’Indice dei Libri del Mese “.