PROPOSTE PER LE SCUOLE

QUI DI SEGUITO VI PRESENTIAMO ALCUNI SPUNTI PER COSTRUIRE PERCORSI DI MEDIA EDUCATION NELLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE.

CREDIAMO NELLA PROGETTAZIONE CONDIVISA PER RISPONDERE AL MEGLIO ALLE ESIGENZE DEI SINGOLI ISTITUTI E DELLE SINGOLE CLASSI.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTATECI ATTRAVERSO IL FORM AL FONDO DELLA PAGINA.

 

Scuole Secondarie di II grado

DIDATTICA DIGITALE: LA GESTIONE DELLE IMMAGINI AUDIOVISIVE DALLA LIM ALLO SMARTPHONE COME POTENZIAMENTO DELLE SINGOLE MATERIE

Progettare e gestire agili moduli didattici in classe in cui le risorse digitali integrano i programmi e i percorsi curricolari delle varie materie. Coordinati dall’esperto e dal docente di riferimento, gli studenti utilizzano le proprie competenze sui dispositivi mobili per realizzare contenuti video originali che rielaborano e raccontano i saperi delle varie discipline. Come cercare le immagini sul web, selezionarle e organizzarle in un progetto di video storytelling che trasformi i contenuti studiati in una documentazione e in una narrazione personale ed efficace.

Si possono attivare percorsi sulle seguenti materie: Italiano e Letteratura, Matematica e Scienze, Lingue straniere, Storia e geografia, Filosofia, Diritto, Economia aziendale, Storia dell’Arte, ecc.

 

PERSONAL STORYTELLING ATTRAVERSO I VIDEO

Il racconto del Se’ e delle proprie esperienze di vita, tra studi, passioni e tempo libero: progettazione e produzione di brevi video che raccontano la mission delle persone, all’interno della scuola e del gruppo dei pari.

Gli studenti svilupperanno le competenze utili a organizzare attraverso la costruzione di un racconto per immagini, i propri interessi le proprie attitudini, le proprie passioni, anche per mettere a fuoco le ambizioni e gli orientamenti professionali.

 

PROJECT WORK E TESINE DI MATURITÀ CON IL VIDEO STORYTELLING

Come ideare, progettare e realizzare contenuti video originali che supportino l’elaborazione e la presentazione degli argomenti presentati all’esame di maturità.

Nell’ambito del percorso formativo verranno condivisi alcuni modelli di lavoro utili a elaborare l’architettura generale dei video, a individuare le idee principali su cui articolare il racconto, a sviluppare l’immaginario più coerente per gli argomenti da condividere e a simulare l’esperienza di visione degli spettatori cui i video saranno rivolti.

 

RACCONTARE LO STAGE, L’IMPRESA E IL TERRITORIO

Progettazione e produzione di video culturali, informativi o di intrattenimento che raccontano le esperienze di stage, realizzati autonomamente dagli studenti oppure in collaborazione con le aziende in cui si svolgono i progetti di ASL, ispirati ai modelli più innovativi di comunicazione d’impresa realizzati “dal basso” (spot, virali, web serie, videoblog, ecc.) Un percorso all’interno del quale gli studenti elaborano le competenze per raccontare la cultura e i valori dell’impresa, la sua responsabilità sociale, i legami con un territorio, le organizzazioni e le persone che lavorano, i prodotti e i servizi che si offrono.

 

Scuole Secondarie di I grado

L’IMMAGINE DELLA LETTERATURA E DELL’ARTE: REALIZZARE BOOKTRAILER E ART TRAILER

Come raccontare in maniera innovativa le opere letterarie e le opere d’arte attraverso i video progettati e realizzati dagli studenti, che si rivolgono allo spettatore invitandolo alla lettura o alla visione, scatenando curiosità e interesse.

 

RACCONTARE LE SCIENZE E DOCUMENTARE GLI ESPERIMENTI SCIENTIFICI

Come trasformare i contenuti e i saperi studiati nel programma di Scienze e di Matematica in una narrazione agile e appassionante, che trasformi i numeri e le formule in un’esperienza audiovisiva, gli oggetti e gli elementi degli esperimenti in una rappresentazione efficace che intrattiene e documenta.

 

RACCONTARE LA SOCIETÀ TRA PRESENTE E PASSATO

Come progettare e realizzare spot sociali e brevi video di documentazione in cui gli studenti rielaborano le grandi tematiche di attualità che hanno importanti radici nella Storia, dal tema della schiavitù e dei diritti della persona alle differenze di genere, dalle migrazioni all’incontro tra diverse culture.

 

Scuole Primarie

GUARDARE LE IMMAGINI. GLI ELEMENTI DI BASE DEL LINGUAGGIO CINEMATOGRAFICO E DEL RACCONTO AUDIOVISIVO

Come guardiamo? Come immaginiamo e raccontiamo il mondo? Come si può raccontare e trasformare la realtà attraverso la costruzione di immagini?

Un percorso agile e appassionante che parte dalle origini della settima arte e, toccando alcuni momenti della storia del cinema, arriva ai film di oggi e alle loro principali caratteristiche narrative ed estetiche. Un ciclo di incontri che ha l’obiettivo di fornire agli studenti gli strumenti “critici” per una fruizione consapevole delle immagini, per costruire un “gusto” per i film e le serie tv che possa accompagnare i ragazzi anche nelle scelte extra scolastiche, nelle visioni con la famiglia o con gli amici.

Il cinema delle origini e il linguaggio del film: come si costruisce il punto di vista? Che cos’è un inquadratura? Come si compongono le immagini e come raccontano? Quali sono i movimenti di macchina e perché vengono utilizzati? Che cos’è il montaggio? Perché ha un ruolo strategico nel racconto cinematografico? Voci, musiche, rumori: in che modo le componenti sonore di un film interagiscono con le immagini?

I percorsi didattici e formativi possono eventualmente prevedere una parte di aggiornamento rivolto ai docenti, anche con l’obiettivo di una progettazione condivisa e mirata degli interventi con le classi.