Festival WILD AND BLUE 2017


 

Ritornano le serate a base di musica e parole con il festival ‘Wild and Blue’ di Babelica, con un’importante novità: l’edizione 2017 si svolgerà nell’accogliente, caldo e ‘babelico’ Teatro della Caduta di via Buniva 24 a Torino.

Quattro appuntamenti da segnarsi e non perdere.

 

PROGRAMMA


17.03.2017 ore 21

‘Murder Ballads‘ | Amore e tragedia nella canzone popolare

con Arianna Ligi e Thomas Guiducci

Da sempre gli artisti cantano le tragedie e Le Murder Ballads ( che tradotto letteralmente significa “Le Ballate dell’Assassinio”) sono una delle forme di racconto più radicate nella tradizione popolare.
Thomas Guiducci ed Arianna Ligi portano sul palcoscenico uno spettacolo incentrato sul contrasto tra melodie meravigliose e suadenti, storie tragiche e terribili miscelate sapientemente con atmosfere oniriche di amore e morte. La musica di grandi artisti sarà la protagonista; Johnny Cash, Nick Cave, Carter Family, Traffic, Leadbelly, Gillian Welch ed altri.

Posto unico € 15,00, è gradita la prenotazione a info@babelica.it.


31.03.2017 ore 21

‘Trump voters‘ | L’impoverimento della working class bianca raccontato attraverso le canzoni

con Michele Dal Lago, Giusi Pesenti e Paolo Barcella

«TRUMP VOTERS, un concerto sull’impoverimento della classe lavoratrice bianca della cosiddetta Rust Belt, la cintura della ruggine, che ha votato massicciamente per il più inquietante presidente Usa che si ricordi e che si è insediato il 20 gennaio scorso. Alla fine degli anni settanta venti milioni di americani lavoravano nel settore manifatturiero. Oggi ne restano solo due milioni. Il lungo cammino della deindustrializzazione ha progressivamente ridisegnato il paesaggio e il tessuto sociale di intere regioni, impoverendo ampi segmenti della classe lavoratrice. Contemporaneamente l’industria agroalimentare – attraversata da forti processi di concentrazione e centralizzazione – ha distrutto la rete capillare di piccoli produttori agricoli che popolavano il sud della nazione. La popular music è stata testimone di questa grande trasformazione, esprimendone, più che la dimensione politica, quella soggettiva, il punto di vista interno di uomini, donne e famiglie che hanno visto svanire – assieme alle fabbriche – tutto il mondo sociale, simbolico e affettivo che dava forma e identità alla loro esistenza.
Michele Dal Lago e Giusi Pesenti – con il commento dello storico contemporaneo Paolo Barcella – proporranno una selezione di brani che raccontano di fabbriche che chiudono, officine che falliscono, fattorie confiscate e nuove ghost town».

Posto unico € 15,00, è gradita la prenotazione a info@babelica.it.


21.04.2017 ore 21

‘Mississippi John Hurt‘ – Mississippi è il soprannome | Un vecchio contadino nero, una musica a metà tra tutto

di e con Francesca Rizzotti, attrice e Dario Lombardo, chitarra e voce

Nel 1963, nel fervore della rinascita del folk e delle lotte per i diritti civili, un giovane musicista bianco si mise in testa di ritrovare le radici della tradizione popolare americana. E ci riuscì, andando a scovare nelle campagne del Mississippi un vecchio contadino nero, l’uomo da cui tutto era iniziato. Nei primi anni del Novecento, Mississippi John Hurt aveva inventato un modo di suonare, a metà strada tra tutto: il blues, il country, il folk, il ragtime. Lo spettacolo racconta le sue vicende artistiche e umane. Una musica, la sua, che stava in mezzo alle altre, ma se ne distingueva; una musica che nel Sud della segregazione razziale non conosceva barriere di pelle. La musica e le parole si intrecciano, rievocando le atmosfere e gli eventi che fanno da sfondo alla vita di MJH, dalla grande crisi economica alle lotte per i diritti civili.
Il progetto, nato in occasione del cinquantenario dalla sua riscoperta da un’idea di Dario Lombardo e Francesca Rizzotti, è andato in scena la prima volta a Torino nell’aprile del 2013. Nel 2014 è stato presentato a Monterosso in occasione del Festival Nuove Terre. Nel mese di novembre 2015 è andato in scena al Teatro Il Moscerino di Pinerolo.

Posto unico € 15,00, è gradita la prenotazione a info@babelica.it.


26.05.2017 ore 21

‘Meridiano di sangue‘ | The last pale light in the west – Il male, McCarthy e la frontiera

con Marta Ciccolari Micaldi e Thomas Guiducci

Un ritratto sonoro dei personaggi di Meridiano di Sangue, il romanzo più crudele di Cormac McCarthy, ambientato in un Texas senza tempo, a cavallo della frontiera tra giustizia e male assoluto. Un ragazzo,, un giudice, un gruppo di predoni che devasta tutto quello che incontra sul suo cammino e insegue un vivido miraggioo di dominio nel deserto selvaggio. Quel miraggio che Thomas Guiducci e Marta Ciccolari Micaldi ricreano per il pubblico attraverso un concerto per chitarra e voce accompagnato da immagini, suggestioni e racconti.

Posto unico € 15,00, è gradita la prenotazione a info@babelica.it.


INFO

Posto unico € 15,00, è gradita la prenotazione a info@babelica.it.
Posto ridotto (partecipazione a tutte le 4 date) € 12,50

Ecco qui l’evento facebook, per restare sempre aggiornati


MODULO INFORMAZIONI E/O ISCRIZIONI