associazione di promozione sociale

ASTEROID CITY | Il frullatore

Regia: Wes Anderson
Anno: 2023
Produzione: Stati Uniti d’America

una recensione a cura di Ezio Genitoni

In sala, terminata la proiezione, un’amica a digiuno di Wes Anderson si sente un po’ shakerata: “come se mi avessero frullato la testa”.

Sì, probabilmente è questo l’effetto che si manifesta su coloro che non conoscono il mondo del regista di Moonrise Kingdom e di Grand Budapest Hotel, ma l’impressione è senz’altro quella di aver visto un buon.. un ottimo film.

Parrebbe, viceversa, che chi già conosce le evoluzioni andersoniane non sia rimasto soddisfatto o, per lo meno, non sorpreso.

Tanti i temi toccati: dallo choc della perdita alla nevrosi, da mondi altri alla guerra fredda, dal rapporto con la scienza fino (attualmente alla ribalta) all’atomica. Un’accozzaglia? Piuttosto una scelta poco confortevole ma adatta al contesto che costringe a viaggiare veloci con il pensiero.

Asteroid City img 1 ezio

Il montaggio incalzante quanto basta, almeno due piani diversi di racconto che s’intrecciano ed un tempo totale di 104 minuti (in un momento in cui sembra che ogni film debba sfidare la resistenza degli spettatori) sono alcune delle scelte del regista. Poco originali? Affatto, rendono la visione gradevole ed avvincente.

E giungo ad uno dei nòccioli: l’ambientazione scelta, anni Cinquanta nei deserti USA, è pesantemente filtrata e manipolata dalla cifra visiva surreale, sempre più estrema, con cui Wes Anderson inventa le sue immagini; inquadrature, riprese e colori immediatamente riconoscibili. Prevedibile? Ogni volta è un piacere per gli occhi.

Nessun riconoscimento al festival di Cannes ma credeteci, Asteroid City è un frullatore non così scontato, e l’originalità, per lo meno ancora, è intatta; lasciatemelo dire perché non devo chiedere il permesso, faccio il fotografo.

Asteroid City img 2 ezio
BABELICA APS
associazione di promozione
sociale e culturale
no profit affiliata ARCI
Via Fossano 8 Torino

Accedi ai corsi online!

Newsletter

Agenda

  • Tanta fatica per nulla la regola della precarietà con Edi Lazzi - Working class Stories
    14 Aprile 2024 @ 16:00 - 17:30
    Dettagli

  • Gruppo Filosofia
    16 Aprile 2024 @ 14:30 - 16:30
    Dettagli

  • Progetto lettura Leggere per imparare
    16 Aprile 2024 @ 16:30 - 18:00
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024
    16 Aprile 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • Sylvia Plath corso di Paola Zoppi
    17 Aprile 2024 @ 20:30 - 22:30
    Dettagli

  • Zaino del partigiano a Rivalta Biblioteca
    20 Aprile 2024 @ 10:45 - 12:00
    Dettagli

  • Festa di Cartiera
    20 Aprile 2024 @ 15:00 - 19:00
    Dettagli

  • “The worker’s jazz quintet” per la rassegna The Working Class Stories
    20 Aprile 2024 @ 18:00 - 19:00
    Dettagli

  • Gruppo Filosofia
    23 Aprile 2024 @ 14:30 - 16:30
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024
    23 Aprile 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • Presentazione Mosche di Valentina Santini aperitivo + presentazione
    23 Aprile 2024 @ 19:30 - 21:30
    Dettagli

  • Prima nazionale del romanzo Mosche di Valentina Santini
    23 Aprile 2024 @ 20:00 - 21:30
    Dettagli

  • Gruppo Filosofia
    30 Aprile 2024 @ 14:30 - 16:30
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024
    30 Aprile 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • La piccininna con Silvia Montemurro e il gruppo di lettura
    5 Maggio 2024 @ 16:00 - 17:30
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024
    7 Maggio 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • Presentazione Grattini, Il gregge
    9 Maggio 2024 @ 19:00 - 20:00
    Dettagli

  • Presentazione Davide Grittani, Il Gregge edizioni Alterego - Presenta Piero Ferrante
    10 Maggio 2024 @ 19:00 - 20:15
    Dettagli

  • Presentazione Piegiorgio Pulixi in occasione del SalTooff
    11 Maggio 2024 @ 18:00 - 19:30
    Dettagli

  • Presentazione Trudy Carlotto presso Volere la Luna SalToOf
    12 Maggio 2024 @ 19:30 - 20:30
    Dettagli