DIABOLIK | C’è chi insegue la sua ossessione

Regia: Manetti Bros.

Anno: 2021

Produzione: Italia

una recensione a cura di Elena Pacca

Chi ha letto Diabolik, il personaggio inventato dalle sorelle Giussani nel 1962, riconoscerà la filologica trasposizione e l’imprescindibile toponomastica, da Clerville a Ghenf. Un elogio della lentezza, in questo film che è una sorta di montaggio frame by frame, un fotoromanzo in movimento, uno slow motion percettivo e immaginario in cui i fraseggi tra i personaggi sembrano frizzati in uno spaziotempo contingentato come quello del dialogo fumettato. Una sontuosa Eva Kant/Miriam Leone, un iconico ispettore Ginko/Valerio Mastandrea, con una reminiscenza alla Lino Ventura e un, forse, po’ troppo bidimensionale Diabolik/Luca Marinelli in precario equilibrio fra algido sguardo e catatonica fissità espressiva. Film bello di quel bello leggero e senza pensieri che ti induce a indulgere sulle efferatezze del ladro in calzamaglia, perché come canta un ispirato Manuel Agnelli nell’inseguimento iniziale, la verità, se serve, si può travestire.

BABELICA APS
associazione di promozione
sociale e culturale
no profit affiliata ARCI
Via Pacinotti 29 Torino

Accedi ai corsi online!

Newsletter

Agenda

  • DERRY LAB - MASTERCLASS SCRITTURA
    4 Luglio 2022 @ 21:00 - 23:00
    Dettagli

  • DERRY LAB - MASTERCLASS SCRITTURA
    11 Luglio 2022 @ 21:00 - 23:00
    Dettagli

  • Cinecritici
    12 Luglio 2022 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • DERRY LAB - MASTERCLASS SCRITTURA
    18 Luglio 2022 @ 21:00 - 23:00
    Dettagli

  • DERRY LAB - MASTERCLASS SCRITTURA
    25 Luglio 2022 @ 21:00 - 23:00
    Dettagli

Scegli il tuo corso e partecipa alla nostra raccolta fondi su Eppela per sostenere il Festival Matota!