Il mondo in 35 mm | la rubrica | Il cinema Messicano

mex 2

 

“L’arte è pericolosa e per questo è necessario fare dei film che, nella gioia e nel dolore, ci facciano attribuire la condizione di barbari. La poesia è crudele, è convulsiva perché tocca il cuore con un dito, solo a lei dobbiamo essere debitori. Però è difficile. Appartengo a un’America Latina ingiusta dove ogni film è l’ultimo e debuttiamo, più avviliti, ogni lunedì. Appartengo a un paese cannibale il cui banchetto comprende la maggioranza di noi.


Giro perché invento un mondo quando faccio un film. Soprattutto durante le riprese. Il risultato, il film finito, mi costa fatica, per questo la lotta è ardua e si fallisce tanto. Però è difficile, è meraviglioso. Che ci possiamo fare. Ci è toccato questo posto…”
(Arturo Ripstein)

<a href="http://www.babelica diovan 80 mg.it/w1/wp-content/uploads/2016/03/arturo-ripstein.jpg” rel=”attachment wp-att-2737″>arturo-ripstein

Oggi vi abbiamo riportato una citazione di Arturo Ripstein y Rosen, regista messicano classe 1943.

Volete saperne di più? seguiteci durante il corso dedicato al cinema Messicano, vi racconteremo quale connessione lega Arturo Ripstein con gli scrittori Carlos Fuentese e Gabriel García Márquez… 😉

info qui