Zoologia immaginaria

 

Laboratorio di zoologia immaginaria, a cura di Pino Pace

Ma la mucchiocciola fa il latte? E il candrillo è davvero un feroce coccodrillo che salta come un canguro? Ed è vero che lo stramimetico è un alieno che può trasformarsi in qualsiasi cosa, persino in una caffettiera?

Pino Pace e Giorgio Sommacal hanno ripreso e interpretato in maniera scanzonata e umoristica gli antichi bestiari e le zoologie fantastiche e ne hanno tratto due libri illustrati: Bestiacce! e UniverZoo (Edizoni Giralangolo) che mescolano tra di loro animali piccoli e grandi, d’acqua e di terra, che saltano e strisciano, sulla Terra o nelle galassie più sperdute…

Pino Pace introduce il laboratorio: guida i presenti alla scoperta delle bestiacce e gli alieni raccontati fin nei dettagli nei due libri. Poi li conduce alla scoperta di altri animali, alle maniere di trovare le coppie più stupefacenti, ridicole, improbabili e a dare loro un nome, una storia. Infine, attraverso il disegno, li invita a corredarli di tutte le opportune (o inopportune) scaglie, piume, pinne, corna, zampe e ali…

Destinatari: bambini dai 7 agli 11 anni circa

Durata: un’ora abbondante per incontro.

Data e sede: prossimamente in Via Don Bosco 23E

Pino Pace per Babelica

Nato a Torino sì è laureato in Lettere all’Università di Bologna e insegna scrittura creativa allo IED di Torino, nelle scuole e le biblioteche in Italia e in Europa.

Ha pubblicato una trentina di libri di narrativa per bambini e ragazzi, tra cui L’ultimo elefante (Giunti, 2016) e ha scritto i testi di alcune MilleUnaMappa, la serie di classici della letteratura per ragazzi trasposti in mappe narrative, un progetto di Giralangolo che ha vinto il Premio Andersen 2012 come miglior progetto editoriale.

Per le Edizioni Paoline sono usciti La guerra del miele (2010) e il recente Ciak in oratorio (2014); ha pubblicato la raccolta di haiku – poesie giapponesi di tre soli versi – Un gatto nero in candeggina finì e da appassionato ciclista urbano il recente Haiku in bicicletta (2014), entrambi per le Edizioni Notes.

Con Paolo Casalis e Stafano Scarafia ha scritto e diretto il documentario Vento, l’Italia in bicicletta lungo il fiume Po (2014, 50′, col.) da cui ha tratto un reportage uscito in formato ebook: Pedalando nel Vento (2014), edito da Zandegù, sul progetto di una pista ciclabile lungo il nostro fiume maggiore, tra Torino e Venezia.

 

pinopace.jimdo.com