INSEGNARE CON IL CINEMA E I VIDEO

  Corso di formazione gratuito presso il CIDI di Torino

Il corso si propone di fornire linee culturali e modelli operativi per utilizzare il cinema e i video a supporto dei normali percorsi curricolari, quali strumenti di “mediazione” e di incontro tra saperi in continua trasformazione.

OBIETTIVI

Sviluppare competenze nell’ambito dell’utilizzo della media education per integrare i  percorsi didattici e formativi nella scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado.

PROGRAMMA

Perché insegnare con l’audiovisivo digitale

La media education come valore educativo, didattico e culturale per coinvolgere gli studenti nell’elaborazione dei saperi delle varie discipline attraverso gli strumenti digitali e il video storytelling.

Come insegnare con l’audiovisivo digitale

Gestire le immagini: come cercarle, importarle, utilizzarle nella progettazione e nei processi di montaggio e di costruzione di prodotti multimediali, con l’obiettivo di realizzare agili tesine, project work, personal video, documentazione di esperienze scolastiche, documentazione di esperimenti di laboratorio, ecc.

Cosa progettare con l’audiovisivo digitale

Come progettare e sviluppare attività didattiche innovative mirate ai diversi indirizzi di studio della scuola, sia in una prospettiva di produzione dei contenuti che sul piano della loro distribuzione.

Tutti i  case study analizzati provengono da esperienze scolastiche in corso di realizzazione.

DESTINATARI

Tutti i docenti, di ogni ordine e grado e di tutte le materie

Direttore Responsabile UMBERTO MOSCA

UMBERTO MOSCA

è un Media Educator che progetta e conduce percorsi didattici e formativi sull’utilizzo del cinema e del prodotto audiovisivo negli ambiti film literacy, audience building e media training. Professore a contratto presso il Dipartimento di Management dell’Università di Torino, è Direttore del Master in Management della Produzione Audiovisiva.
Fondatore, con la psicologa Martina Zilio, del Centro Studi Psicologia Immagine, che si occupa dei rapporti tra l’immagine filmica e i processi di formazione della persona.
Da venticinque anni lavora con l’AIACE di Torino, per cui progetta e conduce corsi di analisi del film. Selezionatore dei concorsi e curatore dei laboratori didattici di Sottodiciotto Film Festival; è direttore artistico di MyGeneration Festival, dedicato ai video indipendenti prodotti in Italia (music video, web series, video blog).
Giornalista pubblicista e critico cinematografico (SNCCI-Gruppo Piemonte e Valle d’Aosta), è autore di volumi iconografici sui registi François Truffaut, Sam Peckinpah, Jim Jarmusch, Mohsen Makhmalbaf, Paolo Gobetti. Ha pubblicato inoltre “Gioventù catodica”, “Cinema e Rock”, “Orizzonti della Media Literacy””. Ha collaborato con “Cineforum”, “Duellanti”, “Panoramiques”, “Rockerilla” e “L’Indice dei Libri del Mese “.

IL CORSO NON È AL MOMENTO IN PROGRAMMAZIONE, SE SEI INTERESSATO SCRIVICI,  OPPURE DAI UN’OCCHIATA ALLE ALTRE PROPOSTE