associazione di promozione sociale

NINJABABY | La difficoltà di crescere

Regia: Yngvild Sve Flikke

Anno: 2021

Produzione: Norvegia

una recensione a cura di Tiziana Garneri

Una commedia fresca, coraggiosa e divertente, ma anche problematica come può essere problematica la vita di una ragazza poco più che adolescente che si confronta col problema del crescere.
Si tratta di Rachel/Kristine Thorp, una ventiduenne che studia design, disordinata, inconcludente, che mostra la sua corazza da dura bevendo alcool, usando droghe, facendo sesso disinibito per mascherare tutte le sue incertezze, le sue paure, la sua fragilità, la difficolta di diventare adulta. 
La giovane oscilla tra il mondo reale e un mondo fantastico che si è creata e che esprime con i suoi disegni a carboncino.

Tratta dalla graphic novel Fallteknikk della scrittrice norvegese Inga H Sætre, il film ha un ritmo incalzante e nervoso come la protagonista, che viene posta di fronte a una per lei spiacevole scoperta: quella di essere al sesto mese di gravidanza. Un figlio in arrivo di cui neppure sa chi sia il padre, data la sua intensa vita sessuale.
Impossibilitata ad abortire, avendo superato i termini di tempo, inizia uno spassoso ma anche doloroso “dialogo” tra lei e il feto, che disegna compulsivamente.
Questo esserino “piombatole nella pancia”, questo ninja, omino ombra che, come nei fumetti, appare un po’ ladro con la benda sugli occhi rubandole la spensieratezza, un po’ interlocutore attraverso dialoghi non scevri di riflessioni condite dal turpiloquio.

Ninjababy img 1 tiziana

Il Ninjababy appare ora sui muri, ora sulla scrivania, imprigionato sotto una tazza… e inevitabilmente mette la protagonista di fronte al fatto di non essere desiderato.
Rachel  deve ancora capire come indirizzare la sua vita, sdoganando – ma non vi era bisogno – il concetto secondo cui una  donna deve necessariamente essere madre.
Un concetto che, oggi, parrebbe essere ormai molto superato. 
Tuttavia questo bimbo inevitabilmente nascerà, ponendo il problema di capire chi è il padre e quale sarà la sua sorte: darlo in adozione oppure affidarlo alla sorella?

Da un certo punto di vista è comica la scrematura dei possibili donatori di seme. Scartando Mos, il dolce e tenero amico con cui ha avuto una notte di sesso, per esclusione si arriva a un certo Minchia Santa, che piano piano converte la sua posizione maschilista secondo cui la colpa è soltanto della donna, per assumersi le sue responsabilità paterne. 
In tal modo può avviarsi anche il percorso di crescita di Rachel, che con maggior difficoltà accetterà il suo ruolo di madre. 

In sintesi il film tratta un tema vecchio come il mondo, non svalutandolo ma trattandolo con leggerezza per dargli valore. Ben diverso dal film Juno di Ivan Reitman (2007), che tocca gli stessi argomenti di un’adolescente sedicenne incinta del suo ragazzo, ma lo fa con uno stile serio e drammatico, in cui nella ricerca della coppia bella e ideale, che decide di dare in adozione il bambino, vuole la conferma che l’amore può esistere e, soprattutto, che può essere duraturo.

Ninjababy img 2 tiziana
BABELICA APS
associazione di promozione
sociale e culturale
no profit affiliata ARCI
Via Fossano 8 Torino

Accedi ai corsi online!

Newsletter

Agenda

  • Tanta fatica per nulla la regola della precarietà con Edi Lazzi - Working class Stories
    14 Aprile 2024 @ 16:00 - 17:30
    Dettagli

  • Gruppo Filosofia
    16 Aprile 2024 @ 14:30 - 16:30
    Dettagli

  • Progetto lettura Leggere per imparare
    16 Aprile 2024 @ 16:30 - 18:00
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024
    16 Aprile 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • Sylvia Plath corso di Paola Zoppi
    17 Aprile 2024 @ 20:30 - 22:30
    Dettagli

  • Zaino del partigiano a Rivalta Biblioteca
    20 Aprile 2024 @ 10:45 - 12:00
    Dettagli

  • Festa di Cartiera
    20 Aprile 2024 @ 15:00 - 19:00
    Dettagli

  • “The worker’s jazz quintet” per la rassegna The Working Class Stories
    20 Aprile 2024 @ 18:00 - 19:00
    Dettagli

  • Gruppo Filosofia
    23 Aprile 2024 @ 14:30 - 16:30
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024
    23 Aprile 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • Presentazione Mosche di Valentina Santini aperitivo + presentazione
    23 Aprile 2024 @ 19:30 - 21:30
    Dettagli

  • Prima nazionale del romanzo Mosche di Valentina Santini
    23 Aprile 2024 @ 20:00 - 21:30
    Dettagli

  • Gruppo Filosofia
    30 Aprile 2024 @ 14:30 - 16:30
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024
    30 Aprile 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • La piccininna con Silvia Montemurro e il gruppo di lettura
    5 Maggio 2024 @ 16:00 - 17:30
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024
    7 Maggio 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • Presentazione Grattini, Il gregge
    9 Maggio 2024 @ 19:00 - 20:00
    Dettagli

  • Presentazione Davide Grittani, Il Gregge edizioni Alterego - Presenta Piero Ferrante
    10 Maggio 2024 @ 19:00 - 20:15
    Dettagli

  • Presentazione Piegiorgio Pulixi in occasione del SalTooff
    11 Maggio 2024 @ 18:00 - 19:30
    Dettagli

  • Presentazione Trudy Carlotto presso Volere la Luna SalToOf
    12 Maggio 2024 @ 19:30 - 20:30
    Dettagli