A Million Miles Away. Separati da un oceano.

Nature_Wave_BW_Ocean_153635_detail_thumb

Will the Circle be Unbroken?
Ovvero: “Il cerchio si chiuderà?”

La risposta è affermativa. La musica popolare, dopo essere partita dall’Africa e dal vecchio continente, sulle navi degli schiavi e degli emigranti, dopo essersi radicata in America ed aver dato origine a numerosi figli, ritorna all’ovile.

Il Folk Blues fa la sua entrata trionfante – finalmente – in Europa, a cavallo degli anni 60; qui troverà nuova linfa vitale e nuove energie per evolversi ulteriormente ed attraversare ancora l’oceano per imporsi in lungo e in largo.

In quegli anni – in America – i grandi bluesman vivono un periodo di difficoltà e, in parte, di oblio; la loro musica è oramai considerata vecchia, soppiantata proprio dai nuovi germogli a cui quelle forti radici avevano dato vita. Anche se ben presto verrà riscoperta e valorizzata nuovamente.

Nello stesso periodo, in Inghilterra, Lonnie Donegan è famoso per i suoi “Skiffle”, i Beatles muovono i loro primi passi ed assieme a loro i Rolling Stones. Proprio questi ultimi non nascondono di trarre ispirazione profonda dalla Roots music della prima metà del secolo scorso e questa profonda ammirazione trova sfogo in una serie di grandi reinterpretazioni di classici Blues ed in una serie infinita di straordinarie nuove canzoni frutto di quell’ispirazione, di un grande talento e di muse tanto discutibili quanto prolifiche (droghe e alcol in primis).

Read moreA Million Miles Away. Separati da un oceano.