#moodbabelico 5 | IL FANTASTICO

Il #moodbabelico di oggi lo dedichiamo all’universo ispiratore de I cavalieri del norddi Matteo Strukul,edito da Multiplayer Edizioni e recensito su Sugarpulp Magazine giusto per ingannare l’attesa fino a venerdì prossimo data della presentazione del suo libro in Babelica…

Partiamo! Caliamoci nel Medioevo, così com’è vivo nel nostro immaginario, con le sue ambientazioni che scatenano le ali della nostra fantasia. Solitamente, il periodo medievale è luogo, spazio e tempo perfetto per avventure fantastiche, intrise di magia, cappa e spada, missioni importanti, eroi senza macchia e senza paura ma anche di background reali sullo sfondo di vicende romanzate basti pensare al romanzo scritto dalle abili mani di un autore di casa nostra: Umberto Eco con il suo Il nome della Rosa edito Bompiani. Un thriller perfettamente calato nel contesto storico in cui è ambientato e che ha tratto ispirazione per luoghi ed atmosfere proprio dalla Sacra di San Michele .

Read more#moodbabelico 5 | IL FANTASTICO

Il Doctor Who attraverso tre libri che amiamo

 

  1 3 2

 

Shada – Douglas Adams, Garteh Roberts – Mondadori

Da una sceneggiatura di una puntata mai trasmessa scritta udite udite dal leggendario Douglas Adams, Gareth Roberts pubblica la novelization di questa avventura del Quarto Dottore, perduta in qualche cassetto polveroso e miracolosamente ritrovata. Sfido chiunque, anche i non avvezzi alla fantascienza, a non aver mai sentito parlare della Guida Galattica per gli Autostoppisti di Adams. Primo esempio assoluto di fantascienza comica, una miscela di “serio umorismo” very british e una morale di fondo. Ovvero tutto ciò che è anche il Doctor Who, il serial televisivo di fantascienza più longevo della storia del piccolo schermo, per il quale tutti gli scrittori britannici farebbero carte false per scriverne la sceneggiatura di almeno una puntata. Shada ne è un esempio lampante. Un antichissimo Signore del Tempo si è stabilito da millenni sulla Terra in incognito, in esilio volontario da Gallifrey, pianeta natale della sua razza. Ha con sé, però, uno dei potenti artefatti dell’antichità gallyfreiana, il Codice, un libro dai poteri inimmaginabili. Il cattivone Skagra se ne vuole impossessare per conquistare l’Universo e comprendere i segreti di Shada, il pianeta-prigione dei criminali come lui. Spetterà al Dottore nella sua quarta incarnazione (interpretata in tv da Tom Baker) e dai suoi compagni Romana e K-9, cane-robot.

 

Read moreIl Doctor Who attraverso tre libri che amiamo