Noi siamo infinito. Lui di più.

Scrivere della scomparsa di un artista come David Bowie è la cosa più surreale, strana e assurda che ci possa essere. Perché Lui era e rimane uno che su questo mondo è passato come un fulmine, sconvolgendolo. Un fulmine come quello che si dipingeva sul viso ai tempi di Aladdin Sane, un fulmine colorato, improvviso, che portava con se un tuono perpetuo le cui vibrazioni continuano a risuonare oggi. E lo faranno anche domani, tra un anno, tra un secolo, statene certi.

ziggy_stardust_high_line

Per prima cosa, stamattina, dopo aver letto della sua scomparsa, ho avuto la netta percezione che che uno come Lui non sia morto perché -semplicemente – non è mai stato di questo mondo.

Read moreNoi siamo infinito. Lui di più.