associazione di promozione sociale

TINA MODOTTI

Un corso tra storia dell'arte, scrittura, lettura a voce alta, biofiction e improvvisazione

a cura di Paola Zoppi

in collaborazione con Libreria Alicante

Libreria ALicante

Il corso, diviso in tre lezioni, sarà prima di tutto un esercizio.

Figlia di operai e nata a Udine nel 1896, all’anagrafe Assunta Adelaide Luigia Saltarini Modotti, meglio conosciuta come Tina Modotti, dal Friuli si imbarca per raggiungere il padre già migrato a San Francisco, negli Stati Uniti. Ha vissuto un’infanzia italiana segnata dalla povertà, dalla malattia e dal duro lavoro in fabbrica. Ha diciassette anni e in una manciata di anni diventerà modella, attrice del cinema muto, per poi intraprendere la lotta politica, militando tra le fila del partito comunista e unendo a questa determinante passione, amori sempre più travagliati. È in America che Tina si avvicina alla fotografia, è con questo filtro che leggerà la società che ha di fronte, sapendo raccontare i grandi contrasti del paese che sceglierà come patria d’elezione, ovvero il Messico definito “rinato”. Sono gli anni post-rivoluzione, importanti cambiamenti sociali sono in atto e Tina è pronta a fotografarli. 

 

A proposito di Tina Modotti, Pablo Neruda scrisse:

 

Sorella, tu non dormi, no, non dormi:

forse il tuo cuore sente crescere la rosa

di ieri, l’ultima rosa di ieri, la nuova rosa.

Riposa dolcemente sorella.

La nuova rosa è tua, la nuova terra è tua:

ti sei messa una nuova veste di semente profonda

e il tuo soave silenzio si colma di radici.

Non dormirai invano, sorella.

La breve esistenza di Tina Modotti, a soli 46 anni viene trovata morta all’interno di un taxi, non passò indifferente alla Storia. Con lei nasce il genere fotografico del reportage, è la fotografia a raccontare la transizione sociale. Oggi, eccezionali media internazionali si avvalgono di questo genere per condensare in prima pagina una “foto-notizia”, il cui significato, per il lettore, è immediato. All’epoca segnò un vero cambio di rotta. Le fotografie di Tina Modotti ritraggono donne, contadini, fragili, pueblos polverosi in cui l’avvicendamento politico sembra non essere mai arrivato. I suoi scatti testimoniano una muta realtà insofferente, un collasso del tempo, uno squarcio immobile.

In questo corso, partiremo dagli scatti fotografici più celebri di Tina Modotti per conoscerne il personaggio e i retroscena storici, gli scandali e la passione che li contestualizzano. Leggeremo pagine della letteratura dedicate ai suoi amori e all’impegno sociale, l’ambivalenza con cui si contraddistinguono gli anni brevi della sua vita. Il suo nome si è intrecciato per sempre a quello di altri personaggi controversi della storia americana come Edward Weston, Diego Rivera, Frida Kahlo e Julio Antonio Mella. Sogni, avanguardie e grandi amori, questo corso sarà sotto il segno dell’avventura intesa come senso della scoperta, quella di una donna discussa e contrastata, determinata e irreversibilmente in anticipo sulla Storia.

Il contributo per il corso (tre appuntamenti da 1,5 ore dalle 20.30 alle 22.00) in presenza è di € 60,00. Nel caso di iscrizione al corso Frida + Tina il contributo totale è di 100 euro

 

Disponibile on demand sulla nostra piattaforma

Paola Zoppi

zoppi
Credit Vincenzo Moroni

Giornalista e consulente culturale, Paola Zoppi si è occupata, sin da giovanissima, di organizzazione di eventi culturali e di promozione editoriale. Appassionata di libri e di arte, ha curato i festival Autori in vetta e LibrInTerra; conduce I libri del mercoledì su Radio Proposta Aosta e collabora con alcune testate culturali. Nel 2017 a causa di un evento che la colpisce profondamente, si avvicina alla figura di Frida Kahlo. Leggere, studiare e scrivere sulla sua opera ha avuto un effetto taumaturgico su di lei e qualcosa, piano piano, ha preso forma.
Ha ideato una prima reading, “Io ti chiamo Frida”, in cui il ritratto della pittrice emerge dalle pagine di letteratura e saggistica che hanno fantasticato sulla sua vita. Questo le ha permesso di studiare ancora più in profondità il personaggio di Frida e costruire intorno a lei, agli eventi che hanno segnato la sua vita, ad alcune delle sue opere più significative, un esercizio. Da qui i focus del suo corso: conoscere, immedesimarsi e continuare a immaginare.

PER ISCRIVERSI

1

arci24

CHECK TESSERA ARCI!

2

CONTRIBUTO

Puoi procedere al versamento del contributo per il corso (più eventuale quota associativa ARCI di €12 se stai sottoscrivendo la tessera ora) con la modalità indicata qui sotto.

SATI

SATISPAY

Puoi procedere al versamento del contributo per il corso (più eventuale quota associativa ARCI di €12 se stai sottoscrivendo la tessera ora) attraverso satispay. 

SATI

BONIFICO  su C/C intestato BABELICA APS – IBAN IT25Q0301503200000003563006

3

FINALIZZAZIONE ISCRIZIONE

Compila il modulo di iscrizione cliccando sul pulsante qui di seguito

4

REGISTRAZIONE ALLA SEZIONE CORSI

Una volta completati i passaggi precedenti, dopo la verifica del pagamento:

BABELICA APS
associazione di promozione
sociale e culturale
no profit affiliata ARCI
Via Fossano 8 Torino

Accedi ai corsi online!

Newsletter

Agenda

  • Assemblea Babelica
    4 Marzo 2024 @ 19:00 - 20:00
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024 - Lezioni di regia: “C’è ancora domani (La sera dei miracoli)” di Paola Cortellesi Il grande successo di pubblico e di critica della stagione, analizzato con puntualità sequenza per sequenza, per approfondire le tematiche, le scelte estetiche, il meccanismo narrativo, le prove d’attore.
    5 Marzo 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • Progetto Senior civici
    7 Marzo 2024 @ 10:00 - 12:00
    Dettagli

  • I grandi Fotografi del 900 a cura di Marco Ferraro- I fotografi della legge Basaglia
    11 Marzo 2024 @ 20:30 - 22:00
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024 - CineCritici di Marzo – DRIVE-AWAY DOLLS di Ethan Coen Il primo film da solista di Ethan, osservato dal punto di vista della filmografia d’autore, del rapporto tra commedia e road movie, dei temi legati alle differenze di genere. *il titolo è quello che proponiamo in fase di programmazione, e sarà confermato o sostituito al termine della discussione dell’incontro dei CineCritici del 13 febbraio
    12 Marzo 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • Lezione POP dedicata a Germinal di Emile Zola
    16 Marzo 2024 @ 17:30 - 19:00
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024
    19 Marzo 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • Lezione i Minatori nel cinema - a cura di Umberto Mosca - gratuita contributo facoltativo
    20 Marzo 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli

  • Lezione Grandi Fotografi - Manicomi - versione online
    21 Marzo 2024 @ 21:00 - 22:30
    Dettagli

  • Avvio gruppo di lettura Cartiera
    23 Marzo 2024 @ 15:30 - 17:30
    Dettagli

  • E sai cosa vedi 2024
    26 Marzo 2024 @ 19:00 - 21:00
    Dettagli