Visioni Pop – la rubrica

IMG_4713

Visioni Pop LA RUBRICA 

 ROCK MOVIE

 

A partire dagli anni Cinquanta del Novecento il film musicale diventa il luogo in cui produrre un’immagine della nuova Cultura Giovanile che possa risultare, per il grande pubblico, altrettanto accattivante della produzione musicale, ma soprattutto stimolante e innovativa sul piano della ricerca e dell’innovazione artistica. Così, se da un lato l’industria dell’intrattenimento individua nei film musicali uno strumento straordinario per allargare il numero degli spettatori (le masse di giovani e giovanissimi con un certo potere d’acquisto, relativo alle condizioni di benessere delle loro famiglie), dall’altra l‘opera cinematografica viene ad assumere una funzione importante per quanto concerne la promozione dei musicisti amati dai giovani.

Allo stesso tempo vengono a definirsi alcune tipologie narrative ed espressive che nel corso del tempo rappresenteranno formule di grande successo, ma anche occasione di sperimentazione e innovazione estetica. La definizione e l’analisi di queste tipologie costituisce la struttura del nostro percorso di incontri.

Dal rock’n’roll delle origini al rock adulto della prima metà degli anni Settanta, dalla rivoluzione del punk fino alle opere più recenti, ogni trasformazione in atto nel linguaggio musicale è stata accompagnata da una corrispondente elaborazione nell’ambito cinematografico, in un costante processo di scambio composto di intelligenti invenzioni, originali adattamenti e, insieme, puntuali variazioni sul tema.

Tratto da “Cinema e Rock. Pop Culture e film d’autore, immaginario giovanile e ‘visioni’ del mondo” – Umberto Mosca – UTET Università

a cura di Umberto Mosca

 

11698671_417135691828259_548876859640852306_n