Visioni Pop – THE HATEFUL8: Tarantino come non l’avevamo ancora pensato

11698671_417135691828259_548876859640852306_n

THE HATEFUL8: TARANTINO COME NON L’AVEVAMO ANCORA PENSATO
Visioni Pop – il cinema come arte popolare raccontato da Umberto Mosca

Tutti gli aspetti inediti e meno evidenti della filmografia di Quentin Tarantino, il brand più amato e autostimato del cinema contemporaneo. Le otto meraviglie, da Le iene a Pulp Fiction, da Jackie Brown a Death Proof, dai Kill Bill a Django.
Le visioni più geniali, originali e  “filosofiche”, che stanno dietro a un film come The Hateful Eight, i meccanismi infallibili della sceneggiatura, la sfida ai generi del cinema classico completamente reinventati (gangster, noir, commedia, western, road movie, …), le citazioni e le variazioni di significato dei soundtrack più memorabili, l’amore viscerale per il cinema italiano di serie B e il cinema orientale.

Programma degli incontri:

1Al cinema con Babelica, tutti al cinema Ideal per vedere HATEFUL8
2– Continuavano a chiamarlo Western: tra film spaghetti e sukiyaki
3The Hateful Eight, a ovest di Agatha Christie: alle prese con un genere inedito
4– L’ottava meraviglia del cinema: un autore nei titoli di testa e di coda
5Tutta la musica di Tarantino: Morricone e gli altri (compresi film di guerra e poliziotteschi)

La prima edizione del corso si è svolta a partire dal 5 febbraio 2016.

 


 

IL CORSO NON È AL MOMENTO IN PROGRAMMAZIONE, SE SEI INTERESSATO SCRIVICI

DAI UN’OCCHIATA ALLE ALTRE PROPOSTE DEL CANALE CINEMA


 

Umberto Mosca

Giornalista pubblicista e critico cinematografico (SNCCI-Gruppo Piemonte e Valle d’Aosta), esperto in Film Literacy. Professore a contratto dell’Università di Torino (Dipartimento di Management). Coordinatore Scientifico del Master in “Management della Produzione e della Distribuzione Audiovisiva: film industry, branded entertainment, video virali d’impresa” (Università di Torino). Coordinatore Scientifico dei progetti didattici e di formazione di AIACE Torino. Selezionatore Sottodiciotto Film Festival. Direttore artistico del MyGeneration Festival. Fa parte del Consiglio Direttivo del Seeyousound International Film Festival, in cui èresponsabile della sezione Soundies. Ha pubblicato volumi monografici sui registi François Truffaut, Sam Peckinpah, Jim Jarmusch, Mohsen Makhmalbaf, Paolo Gobetti. Ha pubblicato inoltre “Gioventù catodica”,“Cinema e Rock”, “Orizzonti della Media Literacy”. Ha scritto sulle riviste Cineforum, Duellanti, Panoramiques, L’Indice dei Libri del Mese. Cura il blog “Unchained, il cinema liberato” sul sito di AIACE Torino.