11:00 / “Eppur si muove” laboratorio a cura del MUSLI

05/05/2019
11:00 am
Piazza Risorgimento
destinatari | bambini e ragazzi con le loro famiglie
prenotazione | necessaria
Il MUSLI fa i bagagli, esce dalla sua sede tradizionale e si trasferisce al Festival MATOTA trasportando un pizzico del magico mondo pop-up conservato nella ricca collezione del Museo, in vista della mostra “POP-APP. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati dalla carta alle app”. I partecipanti potranno scoprire, con l’aiuto delle nostre operatrici, le numerose tipologie di libri animati e le relative tecniche di realizzazione, anche conosciute come paper engineering; seguirà un’attività pratica in cui poter sperimentare in modo creativo le modalità di piegatura della carta e realizzare un divertente prototipo da portare a casa. In modo particolare, verrà presentata la tipologia dei flap book in cui, grazie a strisce di carta sovrapposte che si sollevano, si possono generare illusioni, movimenti e buffi personaggi animati in grado di scardinare completamente il concetto di libro. L’appuntamento – laboratorio è un assaggio della mostra che sarà visitabile dall’8 maggio al 30 giugno 2019 al MUSLI, in collaborazione con il Centro Nazionale per la Grafica di Roma. La mostra racconta la storia dei libri animati destinati all’infanzia pubblicati in Italia e all’estero dalla prima metà dell’Ottocento alla metà del Novecento, collegandosi a quella più generale del libro animato antico, che inizia ai primi del Cinquecento.
Prenotazione consigliata a info@babelica.it – Ogni laboratorio avrà massimo 20 partecipanti
in collaborazione con
MUSLI
Tancredi di Barolo

Avviso importante

Purtroppo è la notizia che speravamo di non darvi e che siamo costretti a darvi.
Dopo aver discusso e ridiscusso, sondato tutte le possibilità e percorso ipotesi di strade alternative, ci vediamo costretti a sospendere, in attesa di capire quando e se recuperarle, tutte le attività previste nell’edizione 2020 del #Matota.
Si tratta di una decisione, credeteci, che arriva molto sofferta e che come direttivo di Babelica abbiamo cercato di procrastinare, tra una speranza di ripresa e un piccolo inconsapevole miracolo laico.
Ma ci rendiamo ora conto che non sussistono le condizioni (di tempo, di spazi e anche di umore probabilmente) per portare avanti attività che, essendo intrecciate tra loro, hanno senso solamente se realizzate tutte.
Sappiamo che non serve chiedervi scusa e che ci capite.
Ci sentiamo allora solo di dirvi che questa, fatta con poche parole e nient’altro che quelle, non è che una promessa di progetti di futuro più belli ancora.

Vi aggiorneremo tempestivamente sulle nuove date del Festival, seguiteci su facebook e continuate a starci vicini! La direzione artistica del Matota e il Direttivo di Babelica

#ilmatotarestaacasa