JOKER | La follia si chiama Joker

una recensione a cura di Niccolò Brun Todd Phillips è riuscito nell’impresa: raccontare un personaggio da cinecomics senza realizzare un cinecomic.Stiamo naturalmente parlando di Joker, il più grande nemico del cavaliere oscuro, interpretato in maniera impeccabile negli anni addietro, da alcuni dei pesi massimi di Hollywood (Jack Nicholson, Heath Ledger per citarne alcuni).In questo film

BURNING | Uno scrittore privo di argomenti

una recensione a cura di Ezio Genitoni Lee Chang-dong non delude e confeziona un film in linea con il suo precedente acclamato “Poetry”. Zeppo di segni, declina nel mistero l’incomunicabilità nei rapporti interpersonali e le differenze sociali. L’aspirante scrittore Jong-su e la frizzante Hae-mi s’incontrano casualmente sulle strade di Seoul. I due giovani, serio ed

ONCE UPON A TIME IN HOLLYWOOD | C’era una volta Tarantino – Del fallimento/sul fallimento

una recensione a cura di Alessandro Cellamare 1992, otto uomini in giacca e cravatta nera discutono attorno a un tavolo sul vero significato di un brano di Madonna mentre una camera gira e riprende, disegnando un inedito montaggio fatto di campi e fuori campo. La conversazione e l’intera sequenza entrano nella storia del cinema.2019, un

ONCE UPON A TIME IN HOLLYWOOD | Secondo il Prof. Mosca

una recensione a cura di Umberto Mosca E’ un film sul 1969, vale a dire un film sulla figura del “doppio rovesciato”, dove ogni cosa è sempre anche il suo contrario. Vediamo perché. “C’era una volta a… Hollywood” racconta la storia del cinema e ciò che accadde a Hollywood alla fine degli anni Sessanta: questi

ONCE UPON A TIME IN HOLLYWOOD | Fragilità e forza dell’animo maschile

una recensione a cura di Liliana Giustetto Opera controcorrente del maestro Tarantino che decide di mostrare la parte emotiva e psicologica dei personaggi.Leonardo Di Caprio / Rick Dalton attore fallito che, dietro una corazza di mascolinità a tributo dell’ambiente del cinema che ne è feroce vampiro, sa di essere in bilico sul precipizio dello sgretolamento