Evento cinema speciale Primo Maggio – STORIE DI DIRITTI E DI LAVORO – Diretta e contenuti

Con il patrocinio di

SERATA CINEMA SPECIALE PRIMO MAGGIO | DIRETTA STREAMING

Storie di diritti e di lavoro: immagini cinematografiche dell'Italia di ieri e di oggi per inventare l'Italia che verrà

a cura di Umberto Mosca

quando | 30 aprile dalle 21 alle 23

dove | in streaming su YouTube qui  e su questa pagina

la partecipazione è gratuita

Un percorso curioso e appassionante attraverso alcune pagine note e meno note del cinema italiano, alla scoperta di personaggi, ambienti e atmosfere che ci fanno pensare a come eravamo, a come siamo cambiati e a cosa pensiamo di diventare.

Le rappresentazioni del grande cinema come finestra sulla società, che racconta come ci siamo visti e immaginati, ma anche come specchio per riconoscersi e ripensarsi in prospettiva futura.

La trasformazione dei modelli di lavoro 
Dalla figura dell’operaio massa a quella del precario 
Il lavoro femminile 
Scene dalla globalizzazione 
I giovani e le visioni di futuro 
L’ambiente e la sicurezza
Le culture del lavoro 
La città e la provincia 
L’economia dei “lavoretti”
Gli scenari della tecnologia digitale

Umberto Mosca è un Media Educator che progetta e conduce percorsi didattici e formativi sull’utilizzo del cinema e del prodotto audiovisivo negli ambiti film literacy, audience building e media training. Professore a contratto presso il Dipartimento di Management dell’Università di Torino, è Direttore del Master in Management della Produzione Audiovisiva.
Fondatore, con la psicologa Martina Zilio, del Centro Studi Psicologia Immagine, che si occupa dei rapporti tra l’immagine filmica e i processi di formazione della persona.
Da venticinque anni lavora con l’AIACE di Torino, per cui progetta e conduce corsi di analisi del film. Selezionatore dei concorsi e curatore dei laboratori didattici di Sottodiciotto Film Festival; è direttore artistico di MyGeneration Festival, dedicato ai video indipendenti prodotti in Italia (music video, web series, video blog).
Giornalista pubblicista e critico cinematografico (SNCCI-Gruppo Piemonte e Valle d’Aosta), è autore di volumi iconografici sui registi François Truffaut, Sam Peckinpah, Jim Jarmusch, Mohsen Makhmalbaf, Paolo Gobetti. Ha pubblicato inoltre “Gioventù catodica”, “Cinema e Rock”, “Orizzonti della Media Literacy”. Ha collaborato con “Cineforum”, “Duellanti”, “Panoramiques”, “Rockerilla” e “L’Indice dei Libri del Mese “.

Evento gratuito!

I film di Mario Monicelli, Bernardo Bertolucci, Marco Bellocchio, Paolo Virzì, Francesca Comencini, Wilma Labate, Gianni Amelio, Ettore Scola, Elio Petri, Guido Chiesa, Sydney Sibilia, Alice Rohrwacher, Susanna Nicchiarelli.

Guarda ora (o quando vuoi) l'evento registrato!

Parallelamente al racconto e alla rappresentazione del Lavoro sviluppato dai cosiddetti film di finzione o “a soggetto”, nella sua storia ultracentenaria iniziata con il Novecento il Cinema ha anche puntualmente documentato le tappe salienti delle trasformazioni della società italiana e dei processi di produzione avvenute nei vari settori economici.

Per quanto riguarda Torino e la sua provincia, questa selezione di fotografie messe a disposizione dalla Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci, che opera all’interno del Polo del Novecento, offre una serie di spunti che sono di stimolo e complemento al percorso di visioni filmiche proposte nell’occasione.

In particolare, le fotografie ci suggeriscono alcuni percorsi di approfondimento: 

  • facendoci entrare, ad esempio, all’interno delle grandi fabbriche torinesi per osservare le macchine, i lavoratori e i cambiamenti nei processi di lavorazione
  • proponendoci il ruolo centrale nella ricerca tecnologica rivestito dalla città e dalle aeree della sua provincia (vedi Ivrea e Adriano Olivetti) all’interno del dialogo tra capitale e lavoro
  • mostrandoci le fasi più acute dello scontro tra i lavoratori e le imprese avvenuto in epoche diverse
  • presentandoci, infine, forme di lavoro meno note e narrate, ma particolarmente diffuse e strategiche per l’economia della città e delle famiglie.
    Umberto Mosca

Galleria fotografica

gentilmente concessa dall'archivio storico della Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci

Playlist video

1

Il primo Primo Maggio nella città libera

ALDO DICE 26×1 di Fernando Cerchio (1945) > da 32’ a 36’

2

La classe lavoratrice come esperienza estetica

LA TERRA TREMA di Luchino Visconti (1948) > da inizio a 10’

3

La sinfonia del lavoro

LADRI DI BICICLETTE di Vittorio De Sica (1948) > da 14’30” a 20’

4

Un’epoca contadina

RISO AMARO di Giuseppe De Santis (1949)

5

Il lavoro come esperienza esistenziale

IL FERROVIERE di Pietro Germi (1956)

6

Le differenze di classe

I COMPAGNI di Mario Monicelli (1963)

7

Il tema dell’alienazione

LA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISO di Elio Petri (1971)

8

Il conflitto sociale e ideologico

NOVECENTO di Bernardo Bertolucci (1976) > da inizio a 4’

9

La città post operaia

I RAGAZZI DI TORINO SOGNANO TOKYO E VANNO A BERLINO di Vincenzo Badolisani (1986) > da inizio a 6’

10

Migrazioni e lavoro

PUMMARÒ di Michele Placido (1990) > da inizio a 7’

11

La figura del lavoratore autonomo

ANCHE LIBERO VA BENE di Kim Rossi Stuart (2005)

12

Diritti e tutele

TUTTA LA VITA DAVANTI di Paolo Virzì (2008)

13

Inventarsi il lavoro

SMETTO QUANDO VOGLIO di Sydney Sibilia (2014)

14

Nord e Sud

TREVICO-TORINO di Ettore Scola (1971)

15

Il ritorno alle radici

LAZZARO FELICE di Alice Rohrwacher (2018)

Hai apprezzato questo appuntamento? Aiutaci a realizzarne altri!
Ogni contributo è importante 🙂

Scopri tutti i nostri corsi!